altBellissima come la solito e divertentissima quest'anno grazie al derby PV. Ma la morte di un amatore ci deve far riflettere
 

Due le squadre PV al via della oramai famosissima Cronosquadre della Versilia. Un evento organizzato dal fantastico Michele Bartoli che ancora una volta ha accolto il PV con grande affetto.
Tutte le gesta dei PV le troverete nella Satancronaca.
Purtroppo la morte per infarto di un ciclista fa passare tutto in secondo piano e spegne ogni sorriso.
Era uno come noi, felice di essere lì ed ansioso di dare il suo contributo ai compagni della sua squadra. Poco dopo la partenza era passato a tirare in testa forse per scongiurare la paura di far brutta figura per un malessere o un dolore, di fronte ai compagni di squadra. Ha sbandato ed è caduto esanime.
La Satancronaca chiude così:
Quella paura forse la ha avuta il ciclista che ha avuto un infarto mentre era passato in testa a tirare i suoi amici, felice di far vedere che era là davanti. Forse ha sentito un dolore che ha volutamente ignorato. Non lo sapremo mai. Fatto sta che ha sbandato, è caduto, lo hanno portato in ospedale e proprio mentre le ultime squadre tagliavano il traguardo felici, è morto, a 50 anni, lasciando una moglie e tre figli disperati e increduli di una fine del genere.
La recentissima morte per infarto di Paolo Antiga, socio del gruppo Pedalando, incombe ora ancor più pesante. Una settimana davvero brutta che ci deve far riflettere ed un'occasione per inviare a nome di tutto il PV a Stefano Costa, presidente di questo magnifico gruppo ed a tutti i suoi soci, un fortissimo abbraccio da parte di tutti i PV.

Tutti voi sapete che uno dei pallini del PV è la sensibilizzazione sulla salute degli atleti e degli amatori in particolare. Ragazzi, non ci limitiamo al blando protocollo della visita per ottenere il certificato agonistico. Facciamo esami seri e molto approfonditi. Non ci daranno garanzie assolute ma potranno farci capire meglio come stiamo.
Ma soprattutto, non esageriamo, mai! Lasciamo ai giovani ed ai professionisti dello sport sforzi massimali, per i quali sono allenati e controllati.
Michele Bartoli ieri sera diceva che la crono a squadre è un impegno fisico massimale, peggio di qualsiasi tappa di salita. Sei da subito a tutta e c'è il peso psicologico della squadra che non si vuole danneggiare.
Giochiamo e cazzeggiamo, sempre! Le GF, quest’anno, facciamole in gruppi omogenei senza provare a tutti i costi a staccarci tra noi. Le tappe PV, che restino un divertimento come l’ultima di Tolfa. Siamo un gruppo importante che ha grandissima visibilità, abbiamo la responsabilità di dare l’esempio tra noi e, soprattutto, agli altri. Grazie.