altIl compleanno del Conte, ormai tradizionale happening PV, oggi ha scritto un'altra pagina di importante di bici e amicizia della storia del Petit Vélo.

Una quindicina di soci si sono cimentati nell'ormai classico Roma - Montecastrilli, questa volta transitando per Amelia e scendendo sul Casale Le Poggette, pluripremiata azienda vinicola umbra.

Sveglia all’alba e partenza alle 7.30 dal Gran Teatro, meno male che l’orario cambierà domani. Sulla Tiberina il gruppo viaggia ad andatura allegra e a Castelnuovo di Porto si aggiungono al treno gli ultimi vagoni.

Sullo Stradone il Conte sollecita il mantenimento di un andatura sostenuta ma perdiamo delle persone. Ci ricompattiamo ed entriamo in Sabina. La strada scorre veloce tra chiacchere, tirate, ricompattamenti ecc. ecc.

Tradizionale sosta per il caffè a metà percorso in un ameno locale dove una lenta ma precisissima signora ci serve caffè, panini, tramezzini ecc. ecc..  Sotto minaccia il Conte salda il conto e si riparte. alt

Sulla discesa per Narni scalo la dea bendata da una grossa mano a The Lawyer che a causa di una distrazione ha rischiato di fare una brutta caduta. Attraversato Narni arriva la parte nuova del percorso che invece di puntare tranquillamente verso San Gemini, ci vede dirigersi in alto verso Amelia.  La salita è lunga e pedalabile e ci dividiamo in vari gruppetti omogenei. Ad Amelia foto di rito di fronte all’ingresso di un bellissimo casale e via per l’ultimo tratto.

Dopo qualche km incontriamo Annina, Flavia e Paolino in bici che ci sono venute incontro.

L’ultimo tratto di strada non è asfaltato e a differenza dello scorso anno, invece di salire, scenderemo sul casale. La strada punta decisamente verso il basso, l’aderenza è scarsa e le curve non mancano. Ultimo brivido, un quasi salto che ci fa rimanere tutti con il fiato sospeso ma alla fine lo rifaremmo tutti, come bimbi che giocano con le loro MTB.

Le famiglie intanto sono arrivate, mancano all’appello Barbara e Daniela, ma il Prof e Scassa sono “fiduciosi”.

Carichiamo le bici nelle auto, doccia tutti tranne i “fiduciosi” e via a mangiare. La Contessa ha preparato un bel pranzetto, il tutto innaffiato dal fantastico vino de Le Poggette. Assaggiamo tutto, il bianco il rosato e il rosso, uno meglio dell’altro (alla faccia di chi dice che il Conte è “parsimonioso”).

Colpo di scena, l’arrivo del dolce coincide con l’arrivo di Barbara e Daniela che per gli ormai “sfiduciati” Prof e Scassa significa potersi finalmente fare una doccia e cambiarsi… oltre che tornare a casa.

Alla fine del pranzo non poteva mancare la tradizionale degustazione in cantina, graditissima dai nuovi soci, figuratevi ai “vecchi”.

Saluti e rientro a casa. Un’altra magnifica giornata PV, grazie Conte.

 alt alt alt alt alt alt