altOggi si recupera la tappa di Saracinesco, non disputata la settimana scorsa a causa del maltempo.

Ci ritroviamo al parcheggio dell’uscita autostradale di Castel Madama insieme ai ragazzi di del Veloroma, saluti, chiacchiere, ultimi accordi e partiamo. Nel trasferimento fino all’inizio della salita di Canterano, dove è prevista la partenza della parte agonistica ci frazioniamo. Durante la parte di trasferimento si deve arrendere il nostro Scassa  a causa del cedimento del filo del cambio, peccato.

Alla base della salita di Rocca Canterano, Al accende da fuoco alle polveri iniziando un buon forcing che fa subito selezione. Infatti con lui rimangono Dopat, Andrea, e un ragazzo del Veloroma (chiedo venia ma non ne ricordo il nome). Si procede in accordo e sul finale della salita c’è un cambio nel gruppo, Al si stacca e viene rimpiazzato dal Biscione che si era mosso con un po’ di ritardo.

La discesa di Rocca Canterano viene affrontata tranquillamente a causa del fondo scivoloso e nel tratto in piano i quattro procedono spediti ed in accordo. Alla base della salita di Saracinesco, Andrea mette il turbo e saluta tutti. Il Biscione stacca Dopat e in quest’ordine i tre arriveranno in cima.

Intanto dietro sulla salita di Rocca Canterano il gruppo si fraziona e Taleb, Maurone, Ceribello  e Alfredo, raggiungono Al e tutti compatti arrivano fino all’inizio della salita di Saracinesco. Qui il gruppetto esplode ed emerge un imperioso Al che regola agevolmente tutti. Taleb arriva in cima e stramazza sulla panchina febbricitante.

Attendiamo svariati minuti ma non vediamo arrivare nessuno, iniziamo a preoccuparci e causa il freddo unito a qualche goccia di pioggia decidiamo di scendere.

A metà salita incontriamo tutto il resto del gruppo che ci informa che The Lawyer ha avuto un grave incidente. Sul secondo tornate della discesa di Rocca Canterano il nostro discesista è stato tradito dall’asfalto viscido e ha perso il controllo della bici. Nella caduta che ne è seguita ha sbattuto la testa, riportato una frattura alla clavicola e varie escoriazioni. Tutti quelli che seguivano Antonio si sono fermati prontamente per soccorrerlo. Fortunatamente Ferruccio Fiammenghi, che seguiva la tappa in macchina, ha caricato lo sfortunato PV e l’ha portato immediatamente in ospedale a Roma.  Questo episodio ha fortemente scosso tutti e nel fare i migliori auguri ad Antonio di una pronta e completa guarigione, ci fa anche riflettere sul fatto che per noi la bici è solo un gioco e che dobbiamo giocare sempre in condizioni di massima sicurezza.

Ordine d'arrivo:

Andrea K.

Biscione 5'

Dopat 7'

Al 8'

Taleb 11' 50"

Alfredo 12' 05"

Ceribello 13' 10"

Maurone 15' 10"

The Lawyer, Calamaro, Prof., Pieffe, Ombroso, Luca Bonadonna

Scassa     n.p.