altLa settimana di Ferragosto è sinonimo di vacanze, relax, divertimento al mare o in montagna che sia. Durante questi giorni si tenta di uscire dalla routine quotidiana per dedicarsi a se stessi e alla propria famiglia. Questo però vale per tutti tranne che per i Petit Velo che invece continuano a macinare chilometri a tutte le latitudini e se c'è salita, tanto meglio.

Ecco quindi che il 14 agosto spunta la proposta di un appuntamento per scalare il Gran Sasso che viene accettata da 5 soci: Dopat, Biscione, Talebano, Alfredo e Ceribello. Per questi ultimi due si trattava di una prima assoluta. Ed infatti l'incoscienza ha spinto Alfredo a fare un buon passo sulla prima parte della salita che però ha pesantemente pagato nel tratto finale, stranamente senza vento contrario. Ma la parte più strabilitante dell'uscita è stata la discesa che ha visto primeggiare nientepopodimeno che il Biscione, alla barba di tutti i pronostici.

L'uscita è piaciuta tanto che si è subito fissato un altro appuntamento per sabato 18 agosto, obbiettivo il Blockhaus. Anche qui si sono prenotati 6 PV: Prof, Dopat, Calamaro, Talebano, Biscione e Alfredo. Altra salita inedita per Alfredo che questa volta si era ben documentato sui DVD del mitico Cassani. Purtroppo all'appuntamento a Scafa mancavano sia il Talebano, colpito da un violento virus influenzale giusto la sera prima, e il Prof, che temendo il forte caldo ha diretto la bici verso luoghi più freschi.

Il poker PV verso le 9,00 si è messo in marcia in direzione di Roccamorice per poi affrontare la dura ascesa, con il sommo dispiacere di Alfredo che aveva studiato benissimo il versante di Lettomanoppello.

La prima parte della salita è stata affrontata da ognuno con il proprio passo. Ricongiungimento alla freschissima fontana all'altezza di Mammarosa e poi tutti insieme sul tratto finale dove una raggiante Annina ci stava aspettando. Foto di rito, 4 chiacchiere con altri ciclisti e poi discesa allo Chalet per il premio (pasta alla chitarra con ragu', arrosticini, frutta e caffè). Questa volta la discesa finale non ha riservato sorprese clamorose.

 altalt alt alt